Le terapie cellulari avanzate, quali la terapia genica, la terapia cellulare somatica e l’ingegneria tissutale, rappresentano un settore emergente della biomedicina e delineano una nuova frontiera nelle possibilità di cura di alcune gravi malattie e nell’ambito della medicina “rigenerativa”. La complessità dell’apparato legislativo che regola lo sviluppo, la produzione e l’impiego dei prodotti cellulari, trattandoli di fatto come medicinali tradizionali, pone i “produttori” (sempre più spesso ospedali) di fronte a formidabili sfide tecnologiche. Il processo di ricerca e sviluppo delle cellule da impiegare in ambito terapeutico, fino alla loro produzione e sperimentazione sull’uomo, assume così i connotati di un’attività ospedaliera che comporta l’assunzione di competenze finora riservate all’industria farmaceutica o biotech. In questo contesto sono nate e stanno nascendo le cosiddette “cell factory”. Per riuscire a compiere questa evoluzione con successo, è fondamentale lo sviluppo di sinergie tra Enti Pubblici e Privati, oltre che con le Agenzie Regolatorie Nazionali. A Vicenza, nella rinnovata cornice dello storico Palazzo Giustiniani- Baggio, sta sorgendo a testimonianza di questo processo un laboratorio di terapie cellulari avanzate pianificato dalla Regione Veneto, con il compito di sviluppare nuove terapie a prevalente indirizzo ematologico. Nell’invitarvi a partecipare a questo incontro, auspichiamo che esso possa rappresentare un’occasione di riflessione sullo stato dell’arte e, ancor più, un confronto che coinvolge in questa  straordinaria avventura non solo studiosi, esperti e professionisti, ma anche qualificati rappresentanti operanti nell’ambito delle Istituzioni Sanitarie Pubbliche e delle Agenzie Nazionali.  

Programma del Convegno_Le Terapie Cellulari Avanzate fra normativa, ricerca e clinica: un aggiornamento sullo stato dell’arte